Un salto a Siviglia [Ispirato da Cesare Cremonini]

2

Ora che sto pensando ad un nuovo viaggio mi viene in mente che non avevo ancora scritto nulla sul mio viaggio a Siviglia, a parte un breve post sull’importanza di partire soli: Quando il viaggio è veramente tuo. Spesso mi chiedono perché io sia sempre in viaggio, io penso che la domanda sia un’altra: “Perché stare fermi?”. Il viaggio è qualcosa che ci rende veramente noi stessi. Non è importante dove, conta solamente andare, come ha scritto Cesare Cremonini nella canzone Buon Viaggio.

Partire è una metafora alla vita, senso di abbandonare gli schemi e vedere il mondo da un’altra prospettiva: un mondo migliore. Sorridere a perfettissimi sconosciuti per farci contagiare dalla loro positività. Quello in cui credo è circondarci da persone che ci ispirano e che ci possano influenzare positivamente. Probabilmente il viaggio in Siviglia è partito da questa idea.

Era appena uscito da un paio di giorni l’album di Cesare Cremonini, che mi ha rapito talmente che ho deciso di sentirlo più volte e volte. Sono una persona che ama sapere il processo che porta una persona a scrivere una canzone, poesia o semplicemente un testo. Seguendo le interviste una dopo l’altro sono stato catturato dalla canzone “Fare & Disfare” che è stata scritta a Siviglia, che si trova nel sud della Spagna. Dando un’occhiata alle foto mi chiedo come sia possibile che non l’abbia ancora visitata: E’ SPETTACOLARE. In due secondi do un’occhiata alle offerte sul sito di Ryanair e prenoto senza aver minima idea su ciò che mi aspettava. Del resto i migliori momenti sono quelli in cui non ci rendiamo conto di quello che stiamo facendo.

Cattedrale Siviglia - Spagna - Andalusia22 Gennaio 2015,

ero già all’aeroporto di Bergamo per la partenza. Il viaggio è molto breve e grazie alla navetta che collega l’aeroporto alla stazione Plaza de Armas mi trovo immerso nella città, che ricorda molto un qualche paese arabo. E’ come se mi fossi trovato a Casablanca e nelle sue vie magiche.

La città è molto grande e offre molte cose da vedere e posti dove mangiare. Ovviamente visto l’orario, dopo essermi perso per qualche ora, l’unica cosa a cui penso è riposarmi. Questa volta ho preferito visitare la città a piedi per avere il tempo di godermi meglio le strade strette, la tranquillità dei parchi e gli sguardi delle persone in giro. Volevo immedesimarmi un po’ anche in Cesare per entrare meglio nella canzone 🙂 … E solo entrando in contatto con la città si può riuscire.

I migliori posti da vedere a Siviglia:

  • PLAZA DE ESPANA: è il primo posto che dovrebbe essere visto secondo me. Mi ha affascinato. Si trova all’interno del parco Maria Luisa. Nella parte interna di questa gigantesca piazza si trovano 58 panchine che tutte le province spagnole. Sia di giorno che di notte trasmette il suo fascino. Si possono persino noleggiare delle piccole barche per potersi rilassare nel laghetto intorno alla Piazza. Un ottimo punto per vedere l’immensità di questa piazza è nel balcone all’interno, e lo si può raggiungere tramite le scalinate interne.

Blog di Viaggi - Siviglia - Spagna

  • Quartiere di TRIANA: Si trova dall’altra parte del fiume Guadalquivir. In questa parte della città si può ammirare la parte antica, che era destinata ai lavoratori come marinai, operai e industriali. E’ sicuramente una parte della città da vedere assolutamente perché sembra immedesimarsi in una città che non fa parte della Siviglia moderna. Un caffè in questa zona e ammirare i resti della civiltà Araba e Romana è d’obbligo.
  • Cattedrale di Siviglia: E’ una meta da non perdere per chi visita la città di Siviglia. E’ un monumento davvero notevole tanto da essere stato inserito nell’Unesco tra i patrimoni dell’umanità.
  • La Giralda: E’ il simbolo della città di Siviglia. Preso dalla curiosità di somiglianze arabe, ho scoperto che originariamente era un minareto che fu trasformato in campanile. Qualche sito lo definisce persino il miglior esempio di architettura islamica che si trova in Spagna. Avendolo visto dal vivo non posso che confermare.
  • Lungo-Fiume Guadalquivir: Considero questa parte della città un’attrazione per chi vuole fare una passeggiata tranquilla. Lungo il fiume si possono trovare una serie di locali come bar & ristoranti, anche di sera; un’occasione di intrattenimento.

Siviglia è una città viva e offre molte attrazioni e cibi del posto a prezzi davvero accessibili. Per mangiare dei piatti tipici a prezzi contenuti consiglio di visitare la zona di Plaza Nueva che offre molta possibilità di scelta e locali davvero accoglienti.

Viaggiare - Dove dormire - Spagna - Booking

Hotel a Siviglia – Spagna

Come sempre per dormire mi sono affidato a HostelBookers che mi ha permesso di trovare un Hostel economico per i primi giorni, e un Hotel “Figo” per le ultime due sere per rilassarmi e recuperare le energie, e tornare alla grande.

Come sempre il rito delle cartoline non poteva mancare. E per questa occasione ho mandato anche a Cesare Cremonini una cartolina personalizzata direttamente da me, sperando che possa leggerla, poiché mi ha ispirato questo magnifico viaggio nella città andalusa: SIVIGLIA.

 

Il bello di viaggiare è potersi vedere da occhi diversi e ispirare altri a farlo…

Share.
  • Diana Bancale

    Bella l’idea dell’ostello i primi giorni e dell’hotel figo gli ultimi per rilassarsi! Comunque mi hai fatto venire voglia di andarci. Ora guardo Skyscanner 🙂

    • Te la consiglio come città 🙂 // Soprattutto questo periodo che è Primavera…