Il tempo per capire che…

6

Il tempoMia nonna mi ha appena mandato a prendere alcuni spezie dal negozio vicino. Mi ha dato i soldi e mi ha raccomandato tre volte di non perderli, nonostante abbia otto anni, riesco benissimo a essere preciso e portare tutto senza difficoltà. Mia nonna non lo sa, però anche questa volta sono riuscito a prendere alcuni centesimi dal resto senza che lei se ne accorgesse.

Mi sveglio e mi trovo all’università, già grande e maturo. In un altro paese dove parlo un’altra lingua. E’ un attimo e tutto cambia senza preavviso. Nessuno si salva dal cambiamento, nemmeno un albero. E poi la gente si lamenta che le persone cambiano, nessuno, persino tu che stai leggendo sei cambiato senza nemmeno renderti conto.

Il tempo non è nostro amico, è uno specchio sul quale riflettiamo per poi perderci dentro. Cambiano, maturiamo e ci evolviamo per diventare ciò che vorremmo essere. Il tempo è un attimo che non ci aspetta. E’ una clessidra che racchiude ciò che siamo e diventiamo. Non abbiamo l’eternità per prendere decisioni, essere ciò che vogliamo e dire ciò che vogliamo.

Sono passati vent’anni in un lampo, veloci. Mia nonna non c’è più, ma è come se fosse stato ieri. Riesco a sentire ancora il profumo delle spezie e di tutto ciò che mi circondava. I ricordi si trasformano in sogni che abbiamo vissuto qualche istante prima di svegliarmi, di renderci conto che il tempo non ci aspetta.

Il tempo è come un fiocco di neve, scompare mentre cerchiamo di decidere che cosa farne.

Romano BattagliaIl fiume della vita, 1992

E’ come se il tempo ci desse una pacca sulla spalla mentre siamo in sovrappensiero, per girarci e trovare solo un vuoto che riempie questi momenti che ci porteremo per sempre, in una sera qualunque d’inverno. Ci deve essere qualcosa di più che questi maledetti momenti che riempiono le nostre giornate. Qualcosa che ancora ci sfugge ancora, proviamo a pensarci per un secondo. Dove va a finire il tempo che abbiamo sprecato?

Rimaniamo tutto a domani senza accorgerci che oggi è il domani di ieri. Buffo no? Rimandiamo sempre il tempo di prendere una decisione, di scrivere a qualcuno/a oppure chiedere scusa. Finché non ci accorgiamo che è troppo tardi. Questo lo si capisce solamente quando abbiamo il tempo di pensarci e di voler capire quello che ci circonda. Volere o non volere, ciò che siamo oggi è dovuto a scegliere che abbiamo fatto in passato…

Non sono stato mai il tipo che fa il conto con il tempo e si preoccupa di guardare l’orologio, anche perché ho sempre odiato gli orologi. Ultimamente è come se c’è fosse una voce che mi svegliasse nel cuore della notte per dirmi “Valorizza il tuo tempo…”. Per questo ho deciso dare importanza a ciò che mi circonda e a capire ciò per cui vale la pensa vivere realmente…

Share.
  • Ciao Zu,

    Da quanto tempo non ci vediamo!
    Complimenti per il Post. Davvero bellissimo…

    Farò tesoro del tuo consiglio.

    • Lifeszu

      Grazie per il complimento.. Ci si vede Bello 😉

  • Croissant and orange juice taste just the best <3 <3!!

    • Lifeszu

      Yes, of Course 🙂

  • Un post malinconico, se vediamo il trascorrere del tempo come un continuo imparare, alla fine realizziamo che non abbiamo sprecato neanche un minuto 😉

    • Lifeszu

      Si un pò malinconico. Però ogni tanto scrivo per mettere giù i miei pensieri e condividerli… 🙂